Frequenza dei moduli oscillatori - 2

Ieri pomeriggio ho avuto 5 minuti liberi inaspettati ed ho provato con due oscillatori.

Il primo, a 40 MHz, a "vuoto" caricato solo con il condensatore di sintonia. A parte il drift iniziale suo e del mio IC706, la frequenza varia di decine di Hz.

Il secondo, a 14.31818 MHz e piu' recente, non si schioda.

Conclusione: anche se con solo due campioni, la variazione di frequenza non e' riproducibile modificando la capacita' di carico. Questa NON e' la strada da percorrere.

Frequenza dei moduli oscillatori

Sappiamo che i moduli oscillatori ("canned oscillator") variano la loro
frequenza con la tensione di alimentazione. La variazione e' minima, ma quel
tanto che basta per generare del DFCW o andamenti (pattern) strani.

Pero' sabato mi e' venuta in mente un'altra cosa, che si applica agli
oscillatori classici, con quarzo e transistor: e se variassimo la capacita' di
carico?

Ho provato cablando al volo alcuni oscillatori presi dal cassetto e caricando
con un condensatore da sintonia AM/FM, ed effettivamente sul frequenzimetro
l'indicazione cambia. Ma alcuni risultati mi sembrano troppo improbabili,
forse il frequenzimetro viene confuso da una forma d'onda non troppo
sinusoidale. Bisognerebbe dare un'occhiata anche con l'oscilloscopio.

Questi moduli dovrebbero avere una capacita' di carico nominale sui 15-20pF.

Bisognerebbe provare se effettivamente cambia qualcosa aggiungendo un
piccolo condensatore verso massa (10pF) tra oscillatore e buffer? Monitorando con un RX lo scostamento. Io metto l'idea in coda alle altre, e spero che qualcuno mi anticipi!

Progetti per l'inverno?

A maggio/giugno era sorto il problema del sovraffollamento di beacon in
presenza di aperture propagative particolarmente buone. La non certezza sulla
frequenza di trasmissione del singolo beacon ha reso piu' volte difficoltosa
l'identificazione di una traccia. Con un beacon che viaggia in frequenza
inoltre viene meno l'intento di fornire un segnale di riferimento alla
comunita' locale che e' tra gli scopi del "Progetto 28322".

Anche se sono non ufficialmente il coordinatore del progetto, non posso
obbligare nessuno a fare nulla sul proprio beacon (dallo spegnimento alla
modifica), ma confido nella vostra collaborazione al fine di rendere sempre
piu' utile questo "Progetto 28322".


In vista della pausa invernale della propagazione si puo' pensare a migliorare
la situazione.


Le soluzioni commerciali esistono, e chi puo' investire qualche decina di
decina di euro in oscillatori di precisione sicuramente trovera' degli spunti
nell'archivio dei messaggi. Anche un riferimento proveniente da un modulo GPS
non sarebbe male.

In subordine si puo' tentare la via della termostatazione casalinga
dell'oscillatore o del quarzo.

Una alternativa piu' economica, che richiede un ripensamento del circuito
elettronico in uso, puo' essere la modifica del pattern inviato. Questa
metodologia e' stata sperimentata con successo dai "QRSS Knights" qualche anno
fa e permette una identificazione immediata del segnale in funzione della
figura inviata (onda quadra, triangolare, /////, chi piu' ne ha piu' ne metta).
Questa via e' applicabile anche a chi usa gli oscillatori quarzati, modulando
la tensione di alimentazione del solo modulo.


Insomma, su ogni beacon si puo' agire su due fronti, non mutuamente esclusivi:
  • stabilita' della frequenza
  • facilita' di identificazione

Chiedo a tutti gli operatori i cui beacon attualmente non sono agganciati a
riferimenti di precisione di pianificare un aggiornamento del proprio
circuito. Se non si hanno le capacita' di progettare la modifica, sicuramente
la "conoscenza collettiva" dei partecipanti al progetto sapra' indicare la
strada da percorrere.

Paolo IK1ZYW

Stato al 3 settembre 2007

Salvo mie dimenticanze, ecco l'aggiornamento dei partecipanti alla progetto:

Freq Call Town Loc Power Ant Direct Mode St. QRSS QSL
28322.63 IK0VVE Nr. Latina JN61KN 100mW Dip NNW-SSE QRSS3 24 SG BD
28322.62 IK1BPL Novara JN45HK 100mW GP NNW-SSE QRSS3 24 ?
28322.45 IW4EMG Nr. Ferrara JN54RU
Vert Omni QRSS3
FE
28322.36 IW3SGT Trieste JN65VP ? ?
QRSS3 24 AK
28322.35 IW9FRA Trapani JM68HA 100mW Dip N-S QRSS3 24 V
28322.28 IK1HGI Trecate JN45IK 100mW Inv. V NNW-SSE QRSS3 24

28322.20 IW7DEC Nr. Bari JN81GF 100mW Vert ½
QRSS3 24 DD BDe
28322.12 IK8SUT Salerno JN70JQ 100mW Inv. V E-W QRSS3 24 R B
28322.11 IK8YTN Nr Salerno JN70LG 100mW Inv. V E-W QRSS3 QRX SA B
28322.08 IS0GSR Nr. Cagliari JM49IN 100mW Dip N-S QRSS3 24 G BD
28322.04 IT9YAF Canicatti JM67WI 100mW Vert Omni QRSS3 24 S
28322.015 IW1QIF Nr. Genova JN44NL 100mW Long wire
QRSS3 24 QQ BDe
28322.00 I1YRB Nr. Torino JN35UB 200mW Dip
QRSS3 24 TO
28321.98 I1DFS Nr.La Spezia JN54AC 100mW Dip NW QRSS3 24 SP
28321.95 IW0HK Nr. Rome JN52WD 120mW Dip
QRSS3 24 HK BDeL
28321.92 IK1ZYW Torino JN35TC 10mW Vert Omni QRSS3 OFF
BDe
28321.70 I3GNQ Nr. Padova JN55VJ 200mW GP Omni QRSS3 24 GB
28321.65 IN3KLQ Nr. Trento JN56RG 300mW Vert Omni QRSS3 24 TN
28321.50 IZ1LEH Nr. Torino JN35WE 100mW Vert Omni QRSS3 QRX ?
28321.47 IZ1GJH Nr. Genova JN44RG 100mW Vert Omni QRSS3 24 MS
28321.20 IS0GOV Cagliari JM49PF 100mW Vert Omni QRSS10 24 T
Planned IV3PGQ








Planned IW8ZLB Potenza