Debugging IK1ZYW

Sabato sono riuscito a mettere le mani sul mio beacon.

Lasciandolo "in situ" ho provato a scollegare tutti i possibili
interferenti che sospettavo essere la causa piu' probabile delle spurie.
Nessun miglioramento. Alimentando il beacon a batteria anziche' con
l'alimentatore stabilizzato 12V ho notato che la distanza tra le spurie
variava: sembrava legato all'alimentazione del beacon...
Trasmettendo sull'antenna o sul carico fittizio il risultato era sempre
lo stesso.

Ho allora portato il beacon in "laboratorio" lontano dalle altre
apparecchiature: le spurie erano ancora presenti. Mah! Ho iniziato a
sospettare una auto-oscillazione nei regolatori di tensione. Purtroppo
non dispongo di un oscilloscopio per verificare con certezza.

Volevo allora provare a far lavorare il 7805 a 5V e non a 7,4V. Opero
con il saldatore e... zap, alla riaccensione il LP2951 che forniva i 5V
all'oscillatore + PICbeacon non riparte. Il circuito era stato ricoperto
di cera per aumentarne la stabilita' meccanica, e' impossibile un debug.
Allora lo rimuovo e faccio lavorare tutto a 5V con il solo 7805.

Risultato: le spurie sono sparite. Poi e' finito il tempo a disposizione.

La causa sembrava una auto-oscillazione di uno dei due regolatori.

Oggi decidero' se lasciare il beacon con un solo 7805 sacrificando un
po' di potenza o ripetendo l'esperimento con un 78L05.

Spero di riattivarlo in settimana!

Beacon IK1ZYW spento

ieri sera, al ritorno da una passeggiata nel quartiere, ho preso al volo
una telefonata... era un OM vicino di casa che mi segnalava
problemi al mio beacon.

Non so come l'abbia trovato, ma oltre che a 28322, sentiva il mio beacon
a 27208, 27579, 27950 e 28693 kHz. La fondamentale a S9+15, le altre a
S9. GULP!

Ho subito spento il beacon, e nel weekend faro' delle verifiche. Sinceramente non avevo mai cercato delle spurie nelle vicinanze della fondamentale!

La differenza tra tutte le spurie trovate e' di 372 kHz, il che mi fa
pensare a qualche interazione con gli alimentatori switching posti
vicino al beacon: PC fisso, monitor TFT, laptop. E dall'altra parte del
muro: TV Mivar, VCR, DVD, Tv-Sat. Ho notato un effetto simile con
l'alimentatore del mio PC di casa ricevendo le HF.

In alternativa potrebbe essere una autooscillazione interna al
beacon/regolatore di tensione. In tal caso le spurie rimarrebbero dopo
aver spento tutti gli altri apparecchi. Curiosamente il beacon e' posto
in un contenitore metallico ed alimentato con alimentatore stabilizzato
lineare (non switching), ma evidentemente non basta.

Morale: quando attiverete i vostri beacon fate un po' di ascolto sulle frequenze adiacenti!

Bozza di regolamento, protocollo d'intesa, armonizzatore, ...

SCOPO DEL PROGETTO
Il progetto istituisce una rete a 28.322 MHz per promuovere l'utilizzo del QRPp, del QRSS e dell'autocostruzione tra i Radioamatori ed i Radioascoltatori.


PARTECIPANTI AL PROGETTO
Ogni Radioamatore o gruppo di Radioamatori che attiva un trasmettitore a 28.322 MHz nel rispetto del presente documento e in accordo con gli altri partecipanti entra a far parte della rete. La partecipazione è a titolo gratuito e volontario e può terminare in qualsiasi momento.


COORDINATORE DELLA RETE

Il coordinatore della rete a 28.322 MHz (la "rete") è scelto annualmente a maggioranza relativa degli operatori di trasmettitori attivi. Il coordinatore approva la scelta della frequenza dei trasmettitori attivi e può eccezionalmente moderare l'utilizzo delle risorse informatiche a disposizione degli operatori partecipanti.


CARATTERISTICHE DELLA RETE
La rete è composta da uno o più trasmettitori (beacon) operanti in un intorno della frequenza 28322000 Hz dislocati sul territorio italiano. La codifica del messaggio inviato da ogni beacon è pubblica, così come la potenza e le caratteristiche dell'antenna.


CARATTERISTICHE DEI TRASMETTITORI
Ogni trasmettitore facente parte della rete e' indipendente ed operato nel rispetto della normativa vigente.

Ogni beacon DEVE:
- essere autocostruito
- inviare un identificativo in CW
- inviare un codice in QRSS diverso dagli altri partecipanti
- operare tra 28321800 e 28322500 Hz (800 Hz)
- operare continuativamente o ad intervalli regolari e noti
- garantire una stabilità di +-10 Hz rispetto alla frequenza dichiarata
- distare almeno 20 Hz dal beacon adiacente

Ogni beacon DOVREBBE:
- inviare nell'identificativo CW le informazioni LOCATOR POTENZA MODOQRSS

Ogni beacon PUO':
- utilizzare potenze superiori al Watt
- utilizzare antenne direzionali
- utilizzare un codice in QRSS di lunghezza superiore al singolo simbolo
- utilizzare piu' modi QRSS
- essere spento temporaneamente
- modificare il codice QRSS per sperimentazioni temporanee


CODICI QRSS
Il codice QRSS inviato da ogni trasmettitore è una lettera (A-Z) o un numero (0-9) codificato, a scelta dell'operatore, in:
- QRSS (punti da 1s)
- QRSS3 (punti da 3s)
- QRSS10 (punti da 10s)
- DFCW
Sono ammessi pattern facilmente riconoscibili e senza informazione associata purchè noti.


COMUNICAZIONI
Le comunicazioni tra gli operatori (con beacon attivi) del progetto avvengono tramite mailing-list: 28322@yahoogroups.com. Gli archivi dei messaggi scambiati sono pubblici.
Sono ben accette iniziative di propaganda nazionale ed internazionale tramite le pubblicazioni di settore, cartacee o elettroniche. Ulteriori risorse informatiche possono essere istituite sulla base di specifiche esigenze.


TERMINE DEL PROGETTO
Il progetto può essere terminato in qualsiasi momento con decisione unanime degli operatori dei trasmettitori attivi.


Tutte le decisioni non esplicitamente previste dal presente documento devono essere approvate all'unanimità dagli operatori con beacon attivi nella rete.

In arrivo il terzo beacon...

... a 28322500 Hz, 100mW dalla provincia di La Spezia.

Si stima una copertura QRSS3 in diretta di tutta la costa Ligure.

Due beacon attivi

La rete inizia a prendere forma.

Ad oggi sono attivi:
- IS0GSR con 100mW da JM49jn
- IK1ZYW con 300mW da JN35tc

Entrambi con ID in CW e lettera chiave in QRSS3.