Un nuovo beacon prende forma

Ieri sera sono riuscito ad accendere il beacon che spediro' a Silvio IT9YAF.

Lo screenshot mostra una differenza di +120Hz rispetto al mio beacon,
che posiziona YAF a circa 28322040 Hz, poco sotto Giorgio GSR. Mi sembra
una frequenza buona e poco affollata.

L'oscillatore e' quello ESCO. Non ho il tempo di provare a variare la
tensione di alimentazione o la temperatura per caratterizzarlo un po'.

Si noti il drift del ricevitore usato, l'IC706MKiiG, nei primi minuti dopo l'accensione, -20Hz in tre minuti: le righe salgono, quindi il battimento aumenta (RX in USB), quindi l'oscillatore locale diminuisce.
Ci sono anche delle righe perfettamente orizzontali che invece erano disturbi "locali" captati dal microfono del laptop (accoppiamento radio<->PC via "aria").

2006-12-13 update

As per G3USF's format:

Freq Call Town Loc ERPw Ant Direct Mode Status
28321.30 IS0GOV Cagliari JM49PF 500mW Vert Omni QRSS3 24
28321.47 IZ1GJH Nr. Genova JN44RG 100mW Vert Omni QRSS3 24
28321.65 IN3KLQ Nr. Trento JN56RG 300mW Vert Omni QRSS3 24
28321.92 IK1ZYW Torino JN35TC 10mW Vert Omni QRSS3 24
28321.95 IW0HK Rome JN61FV 100mW Vert Omni QRSS3 Temp QRT
28321.98 I1DFS Nr.La Spezia JN54AC 100mW Dip NW QRSS3 24
28322.08 IS0GSR Nr. Cagliari JM49IN 100mW Dip N-S QRSS3 24

IS0GOV new location

IS0GOV e' stato spostato in JM49PF a 200 metri slm. L'antenna e quindi la polarizzazione per chi lo ascolta "in diretta", è verticale.

Ecco gli ultimi rapporti di Georg:

2006-12-01
28.32130 IS0GOV 1172 11:54 439 ES
28.32208 IS0GSR 1133 11:54 549 ES, 13:40 559

2006-12-07
28.32130 IS0GOV 1172 10:23 329 ES
28.32208 IS0GSR 1133 10:23 439 ES

2006-12-09
28.32130 IS0GOV 1172 19:33 439 ES

Niente male per essere a dicembre nel minimo del ciclo solare!

Stato al 6 dicembre 2006

Riecco l'elenco, questa volta ordinato per frequenza. Tutte le stazioni attive alternano all'ID in CW uno o due caratteri in QRSS3 (+12 dB di guadagno sul CW as 12 WPM!)
IS0GOV 28321,30, 500mW
IZ1GJH, 28321,47, 100mW
IN3KLQ, 28321,65, 300mW
IK1ZYW, 28321,92, 10mW
IW0HK 28321,95, temp. QRT
I1DFS, 28321,98, 100mW
IS0GSR 28322,08, 100mW

IW1QIF, in costruzione
IT9YAF, in costruzione
IW7DEC, in costruzione

Stato al 1 dicembre 2006

Ecco lo stato della rete/progetto al primo dicembre.

IN3KLQ, 28321,65, 300mW
IK1ZYW, 28321,92, 10mW
IW1QIF(?), 28321,47, 100mW
I1DFS, 28321,98, 100mW
IW0HK 28321,95, temp. QRT
IS0GSR 28322,08, 100mW
IS0GOV 28321,30, 500mW


Si aggiunge il Trentino Alto Adige!

A 28.32165o MHz abbiamo, dal 25/11, IN3KLQ/B in JN56RG. 300mW con antenna verticale.

Questo beacon è una sfida alle leggi della propagazione!

La Sardegna duplica!

E' una notizia fresca fresca... abbiamo, a 28321300 Hz IS0GOV con 500mW da JM49NF.

L'antenna viene alternata tra una turnstile e una verticale 5/8 ad ogni ciclo. Tra un mese circa rimarra' solo la verticale.

Questo beacon affianca IS0GSR a 28322120 Hz. I due segnali sono abbastanza distanti da essere distinguibili ad orecchio, o visti con Spectrum Laboratory.

I1DFS QSY

I1DFS e' stato spostato di qualche km a 300 mslm. Ora trasmette con un dipolo a V invertita e potenza invariata.

La nuova posizione dovrebbe essere in portata ottica su Genova!

Buona caccia.

Configurazione RadioMobile per STRM

Questa e' la configurazione necessaria per far scaricare a RadioMobile i dati topografici da usare nelle simulazioni (STRM).

[Cliccare sulle immagini per la versione "full".]

Nel menu Options -> Internet impostare STRM come mostrato:



Quando poi si crea una mappa, File -> Map Properties, fare in modo che legga i dati STRM dal percorso corretto:



Buone simulazioni.

Attenzione: gruppo di acquisto

Una brevissima nota per i posteri: il gruppo di acquisto e' stato chiuso un tempo record.

Se vi fosse sufficiente interesse si potrebbe fare un altro giro in futuro.

Gruppo di acquisto per gli oscillatori

Ciao,
visto che tra di noi due persone vorrebbero unirsi attivamente alla rete
28322 ma mancano gli oscillatori, propongo di unire le forze e fare un
acquisto di gruppo da www.esco.it.

Partendo dall'oscillatore segnalato da Andrea
http://www.esco.it/product_info.php?products_id=707 a 4.39 euro IVA
inclusa, bastano 4 pezzi per raggiungere la spesa minima (15 euro).

Esco ha comunque altro materiale a catalogo, che si puo' aggiungere
all'ordine.

Mi propongo come coordinatore dell'acquisto, senza scopo di lucro, ma
senza doverci rimettere. Il materiale arrivera' a me, e poi verra' smistato.

Le spese di spedizione e pagamento (anticipato con bonifico bancario,
max 1 euro) verranno suddivise in proporzione al materiale acquistato,
alle quali andranno aggiunte le spese postali per farvi arrivare quanto
ordinato (busta imbottita + francobollo).

Ipotesi sfavorevole di acquisto di 4 oscillatori:

* 17.56 euro (gli oscillatori)
* 6.97 euro (spedizione)
* 1,00 euro (mio bonifico online)
-----------
25.53 euro

diviso 4 fa 6.39 euro ad oscillatore. Busta imbottita (0.50 euro,
sparato a caso) e spedizione (1.40 euro), totale:

6.39 + 0.5 + 1.4 = 8.39 euro/oscillatore

Piu' materiale si ordina, restando sotto i 3kg totali, meno incidono le
spese di spedizione.


Consultate il catalogo (online) ESCO e fatemi avere l'elenco di cosa vi
interessa: codice, descrizione e prezzo (cosi' individuo correttamente
l'articolo). Poi tiro le somme e vi comunico l'ammontare della vostra parte.

Termine ultimo per aderire, con l'elenco del materiale: giovedi' 19
ottobre alle 23:59 italiane.

Spostamento a Genova

(notizia ufficiosa)
Da poche ore il segnale sulla provincia di Genova di IW1QIF e' stato spostato in JN44RG, cambiando anche nominativo. La frequenza e' sempre 28321470 Hz, con una lettera in QRSS3.

Chi svelera' il nuovo nominativo e la lettera identificativa?

IK1ZYW dalla Svezia

I rapporti di ricezione non mancano, ma IK1ZYW e' messo maluccio. Un ascolto occasionale sulla webradio svedese di DXTuners invece ha mostrato la "K".

Era il 2006-08-03 alle 07:05UTC. La lettera identificativa e' visibile nella parte bassa dell'immagine.

Ascolto dalla Svezia, via Web

Usando uno dei webreceiver "guest" di dxtuners.com ho sintonizzato la rete a 28322 ottenendo un bello screenshot con (partendo da sotto):

I1DFS (udibile)
IW0HK (udibile)
IS0GSR

Il ricevitore e' posizionato nell'estremita' sud della Svezia.

L'altro ricevitore europeo, che si trova nel Regno Unito, purtroppo ha una portante fissa a 28322 kHz che satura completamente lo spettro audio.

Stato al 06/07/07

Le stazioni attive al momento sono:

28321470, IW1QIF, con "QQ", pol O
28321930, IK1ZYW, con "K", pol V
28321950, IW0HK, con "HK", pol V
28321980, I1DFS, con "SP", pol O
28322080, IS0GSR, con "G", pol O

Il codice indicato tra virgolette rappresenta il messaggio inviato in QRSS3.

All FOUR visible! -2-

By ON5SL in JO10tt. 2006-06-09 @1008Z:

All FOUR visible!

Ringraziamo Peter PA1SDB per questo bellissimo screenshot del 2006-06-09 alle 0747Z!





Frequenze misurate:
- IK1ZYW 28.321,920 MHz
- IW0HK 28.321,934 MHz
- IS0GSR 28.322,085 MHz
- I1DFS 28.322,462 MHz

E fu così che...

tutti e tre i beacon apparvero in una sola schermata!

Le distanze sono:
- IK1ZYW, 914km
- I1DFS, 1045km
- IS0GSR, 1535km

Grazie a PA1SDB per il rapporto e il monitoraggio costante!

Tre beacon attivi

Da oggi siamo in tre!

- IS0GSR con 100mW da JM49jn, pol. H
- IK1ZYW con 10mW ERP da JN35tc, pol. V
- I1DFS con 100mW da JN44vc, pol. H, intermittente

Le frequenze sono, in ordine crescente:
- 28321940 Hz per IK1ZYW
- 28322110 Hz per IS0GSR
- 28322500 Hz per I1DFS

Per controllare una fetta cosi' estesa di frequenza si puo' usare "Spectrum Laboratory" di DL4YHF. Ricordarsi di calibrare il proprio ricevitore!

Due beacon in contemporanea

Ecco il primo rapporto di due beacon in contemporanea! Grazie a PA1SDB che ha monitorato la frequenza tra 28321800 e 28322500 Hz!

In alto, IS0GSR, in basso IK1ZYW.

What is going on at 28.322 MHz

Spedita alla mailing-list dei cacciatori di beacon in 10m

Hi beacon hunters,
I would like to share with you what is happening in Italy on and around 28.322 MHz. (Yes, 28 three two two, outside the official beacon band)

A group of HAMs interested in low power (< 100mW) and extreme narrow bandwidth modes (such as QRSS3) have been promoting this side of HAM radio operations in the past months. The center of QRSS activity is on 30m band (10140.000-10140.100 kHz), but life obligations might allow operators to experiment only at night or when the band (30m) is closed.

We have therefore started a test project on 10m. The basic idea is to run as many QRPp/QRSS beacons as possible, in order to cover most of the Italian territory with a 24/7 receivable QRSS signal for listeners to experiment with Argo and such software.

All beacon transmitters are homebrew and send a CW ID + a QRSS code-letter to be identified. Their transmissions are not synchronized, but their operating frequency is kept far apart (in QRSS terms) so that beacon signals do not overlap.

At the present time active signals are:
- 28321.93, IK1ZYW from JN35tc, Torino
- 28322.1 IS0GSR from JM49jn, nr. Cagliari
- 28322.5 I1DFS from JN54ac, nr. La Spezia

Running an audio spectrum analysis software on 28321.9 with a bandwidth of 600 Hz (Spectrum Laboratory comes to my mind) allows visualizing all three beacons.

Two more beacons are planned, one near Genova and another near Rome.

Current active stations belong to different Sporadic-E "regions", so "DX" listeners should not hear them at the same time.

Reports are obviously welcome.

Frequenza di IK1ZYW da JN35tc

La frequenza di IK1ZYW dovrebbe essere 28321,93 kHz. Il segnale e' molto basso, ma in QRSS3 appare senza problemi. Nelle prossime settimane dovrei spostare il beacon nel QTH estivo, in mezzo alle montagne.

Il beacon si trova in JN35tc e trasmette con l'antenna verticale da auto, come nel 2004. La potenza si aggira sui 100mW, ma la ERP, a causa di problemi nell'antenna, dovrebbe aggirarsi su 10mW.

I rapporti sono MOLTO graditi!

IK1ZYW ON dal 30/4/2006

Alle 11 UTC circa del 30 aprile 2006 ho riattivato il beacon IK1ZYW da JN35TC.

La configurazione con singolo 7805 e' stata mantenuta, quindi il beacon trasmette ora con circa 100mW. La copertura stimata e' tutta la citta' di Torino.

ID in CW seguito da una lettera in QRSS3.

A breve verra' pubblicata la frequenza esatta.

Debugging IK1ZYW

Sabato sono riuscito a mettere le mani sul mio beacon.

Lasciandolo "in situ" ho provato a scollegare tutti i possibili
interferenti che sospettavo essere la causa piu' probabile delle spurie.
Nessun miglioramento. Alimentando il beacon a batteria anziche' con
l'alimentatore stabilizzato 12V ho notato che la distanza tra le spurie
variava: sembrava legato all'alimentazione del beacon...
Trasmettendo sull'antenna o sul carico fittizio il risultato era sempre
lo stesso.

Ho allora portato il beacon in "laboratorio" lontano dalle altre
apparecchiature: le spurie erano ancora presenti. Mah! Ho iniziato a
sospettare una auto-oscillazione nei regolatori di tensione. Purtroppo
non dispongo di un oscilloscopio per verificare con certezza.

Volevo allora provare a far lavorare il 7805 a 5V e non a 7,4V. Opero
con il saldatore e... zap, alla riaccensione il LP2951 che forniva i 5V
all'oscillatore + PICbeacon non riparte. Il circuito era stato ricoperto
di cera per aumentarne la stabilita' meccanica, e' impossibile un debug.
Allora lo rimuovo e faccio lavorare tutto a 5V con il solo 7805.

Risultato: le spurie sono sparite. Poi e' finito il tempo a disposizione.

La causa sembrava una auto-oscillazione di uno dei due regolatori.

Oggi decidero' se lasciare il beacon con un solo 7805 sacrificando un
po' di potenza o ripetendo l'esperimento con un 78L05.

Spero di riattivarlo in settimana!

Beacon IK1ZYW spento

ieri sera, al ritorno da una passeggiata nel quartiere, ho preso al volo
una telefonata... era un OM vicino di casa che mi segnalava
problemi al mio beacon.

Non so come l'abbia trovato, ma oltre che a 28322, sentiva il mio beacon
a 27208, 27579, 27950 e 28693 kHz. La fondamentale a S9+15, le altre a
S9. GULP!

Ho subito spento il beacon, e nel weekend faro' delle verifiche. Sinceramente non avevo mai cercato delle spurie nelle vicinanze della fondamentale!

La differenza tra tutte le spurie trovate e' di 372 kHz, il che mi fa
pensare a qualche interazione con gli alimentatori switching posti
vicino al beacon: PC fisso, monitor TFT, laptop. E dall'altra parte del
muro: TV Mivar, VCR, DVD, Tv-Sat. Ho notato un effetto simile con
l'alimentatore del mio PC di casa ricevendo le HF.

In alternativa potrebbe essere una autooscillazione interna al
beacon/regolatore di tensione. In tal caso le spurie rimarrebbero dopo
aver spento tutti gli altri apparecchi. Curiosamente il beacon e' posto
in un contenitore metallico ed alimentato con alimentatore stabilizzato
lineare (non switching), ma evidentemente non basta.

Morale: quando attiverete i vostri beacon fate un po' di ascolto sulle frequenze adiacenti!

Bozza di regolamento, protocollo d'intesa, armonizzatore, ...

SCOPO DEL PROGETTO
Il progetto istituisce una rete a 28.322 MHz per promuovere l'utilizzo del QRPp, del QRSS e dell'autocostruzione tra i Radioamatori ed i Radioascoltatori.


PARTECIPANTI AL PROGETTO
Ogni Radioamatore o gruppo di Radioamatori che attiva un trasmettitore a 28.322 MHz nel rispetto del presente documento e in accordo con gli altri partecipanti entra a far parte della rete. La partecipazione è a titolo gratuito e volontario e può terminare in qualsiasi momento.


COORDINATORE DELLA RETE

Il coordinatore della rete a 28.322 MHz (la "rete") è scelto annualmente a maggioranza relativa degli operatori di trasmettitori attivi. Il coordinatore approva la scelta della frequenza dei trasmettitori attivi e può eccezionalmente moderare l'utilizzo delle risorse informatiche a disposizione degli operatori partecipanti.


CARATTERISTICHE DELLA RETE
La rete è composta da uno o più trasmettitori (beacon) operanti in un intorno della frequenza 28322000 Hz dislocati sul territorio italiano. La codifica del messaggio inviato da ogni beacon è pubblica, così come la potenza e le caratteristiche dell'antenna.


CARATTERISTICHE DEI TRASMETTITORI
Ogni trasmettitore facente parte della rete e' indipendente ed operato nel rispetto della normativa vigente.

Ogni beacon DEVE:
- essere autocostruito
- inviare un identificativo in CW
- inviare un codice in QRSS diverso dagli altri partecipanti
- operare tra 28321800 e 28322500 Hz (800 Hz)
- operare continuativamente o ad intervalli regolari e noti
- garantire una stabilità di +-10 Hz rispetto alla frequenza dichiarata
- distare almeno 20 Hz dal beacon adiacente

Ogni beacon DOVREBBE:
- inviare nell'identificativo CW le informazioni LOCATOR POTENZA MODOQRSS

Ogni beacon PUO':
- utilizzare potenze superiori al Watt
- utilizzare antenne direzionali
- utilizzare un codice in QRSS di lunghezza superiore al singolo simbolo
- utilizzare piu' modi QRSS
- essere spento temporaneamente
- modificare il codice QRSS per sperimentazioni temporanee


CODICI QRSS
Il codice QRSS inviato da ogni trasmettitore è una lettera (A-Z) o un numero (0-9) codificato, a scelta dell'operatore, in:
- QRSS (punti da 1s)
- QRSS3 (punti da 3s)
- QRSS10 (punti da 10s)
- DFCW
Sono ammessi pattern facilmente riconoscibili e senza informazione associata purchè noti.


COMUNICAZIONI
Le comunicazioni tra gli operatori (con beacon attivi) del progetto avvengono tramite mailing-list: 28322@yahoogroups.com. Gli archivi dei messaggi scambiati sono pubblici.
Sono ben accette iniziative di propaganda nazionale ed internazionale tramite le pubblicazioni di settore, cartacee o elettroniche. Ulteriori risorse informatiche possono essere istituite sulla base di specifiche esigenze.


TERMINE DEL PROGETTO
Il progetto può essere terminato in qualsiasi momento con decisione unanime degli operatori dei trasmettitori attivi.


Tutte le decisioni non esplicitamente previste dal presente documento devono essere approvate all'unanimità dagli operatori con beacon attivi nella rete.

In arrivo il terzo beacon...

... a 28322500 Hz, 100mW dalla provincia di La Spezia.

Si stima una copertura QRSS3 in diretta di tutta la costa Ligure.

Due beacon attivi

La rete inizia a prendere forma.

Ad oggi sono attivi:
- IS0GSR con 100mW da JM49jn
- IK1ZYW con 300mW da JN35tc

Entrambi con ID in CW e lettera chiave in QRSS3.

Come simulo le coperture dei beacon

Vi racconto come faccio le simulazioni di
copertura locale dei beacon.

Uso Radio Mobile, un software gratuito scritto da un canadese.
http://www.cplus.org/rmw/english1.html
La configurazione iniziale e i primi passi sono un po' ostici, e serve
una connessione ADSL per scaricare i dati altimetrici dell'area di
simulazione. I dati vengono salvati su disco per gli usi futuri.

Bisogna conoscere i dati del trasmettitore, tra cui la posizione
geografica. Non disponendo di un ricevitore GPS si puo' usare
http://www.maporama.com cercando il proprio indirizzo. In basso a
sinistra ci sono le coordinate.

Su Radio Mobile creare una mappa centrata sul beacon e definire due
"units": una per il beacon ed un'altra per una fantomatica postazione
mobile di ascolto. La unit del trasmettitore sara' nelle coordinate
ricavate dal GPS o da Maporama (usare quelle in formato decimale che
sono piu' precise).

A questo punto si crea una Network tra il TX e l'unita' mobile RX.
Occorre definire un System a cui entrambe le stazioni appartengono, con
le caratteristiche dell'antenna, potenza e della sensibilita' in
ricezione (ho usato 0,25 microVolt).

Il simulatore non considera il modo di emissione, ed allora si usa un
trucco per considerare il "guadagno" dato dal QRSS. Prima simulo con la
potenza effettiva (100mW) in CW normale, poi aumento la potenza del
guadagno dato dal QRSS3 sul CW (+12dB) e ripeto la simulazione su una
nuova immagine. Si ottengono cosi' due simulazioni di copertura la cui
attendibilita' e' da verificare sul campo.

La copertura in caso di propagazione ionosferica non e' predicibile da questo
software. Il primo salto per l'E-sporadico dovrebbe essere di 800-1000
km. E la stagione buona sta iniziando!

Parametrizzare gli oscillatori quarzati

Appurato che i moduli oscillatori variano la loro frequenza in funzione della tensione di alimentazione, sembra che la regola sia: se aumento la tensione, diminuisce la frequenza e viceversa.

Attenzione che per i moduli di recupero la tensione non e' necessariamente 5V, ma potrebbe essere 3.3V. Consiglio di alimentarli da 3V a salire, ascoltando su un ricevitore quando iniziano ad oscillare.

Chi volesse stabilizzare termicamente l'oscillatore deve tenere presente che e' stato probabilmente progettato per operare a 25C, e che oltre i 30-35°C potrebbe diventare ancora piu' sensibile alle variazioni di V e T.

Questo e' un esempio per un quarzo comune: http://www.uac.co.jp/export/xtal/xs2_1a.jpg

E qui nella sezione "Oscillator" http://www.uac.co.jp/export/xtal/ e' consultabile un datasheet di questi componenti. Si tratta di un produttore, ovviamente, ma le caratteristiche mi sembrano molto simili agli altri datasheet che ho visto.

La forma d'onda prodotta da questi componenti non e' una sinusoide e tantomeno un'onda quadra perfetta. Inoltre probabilmente non hanno l'escursione picco-picco pari al classico 80% della tensione di alimentazione, ma un po' di meno. Risultato: ci vuole un minimo di filtraggio tra il finale e l'antenna o anche prima, a seconda di come e' fatto il proprio beacon.

Aperta la caccia... agli oscillatori!

Una correzione sulla fonte degli oscillatori a 28322k. Non si trovano nei vecchi modem come mi ricordavo io, ma probabilmente nelle schede video "VGA EISA" su indicazione di Luca QIF.

Quelle schede video sono ormai quasi una rarita', che probabilmente invadono i magazzini delle nostre ditte...

Ho guardato su Farnell UK, Rapid UK e RS Components.it ma non hanno gli oscillatori in vendita.

Ovviamente la soluzione con DDS e' permessa, anche se personalmente mi sembra uno spreco di risorse.

Creata la mailing-list

Al fine di agevolare la comunicazione tra i partecipanti al progetto ho creato su Yahoo! Gruppi il gruppo 28322:

http://it.groups.yahoo.com/group/28322/

Per chi non conosce i gruppi di Yahoo, oltre alla solita mailing-list con archivio, essi permettono di condividere file (20 MB si spazio disco comune), un photoalbum, i segnalibri/bookmark, una agenda ed altre opzioni che per ora non ci interessano. Tra i servizi gratuiti di questo tipo e' il piu' completo. Per ora e' possibile inviare allegati, ma vi prego di limitare questa pratica allo stretto necessario, optando per il deposito nell'area "Documenti" del gruppo (via web).

Inviero' a tutti un invito ad iscriversi al gruppo. Purtroppo cio' richiede la registrazione a Yahoo e non v'e' modo di forzare la presenza di indirizzi nella lista. E' probabile che siate gia' in qualche modo registrati a Yahoo.

Normativa per l'installazione di un beacon radioamatoriale

Non c'e' bisogno di un nominativo ad-hoc, basta il proprio /B. La normativa e' DPR 447/2001 e all'articolo 41 comma 2; aggiornata dall'Art. 143 comma 2 del "Codice delle comunicazioni elettroniche" D.L. 259/2003 (G.U. 214 del 15/9/2003):

"2. L?installazione e l?esercizio di stazioni di radiofari ad uso amatoriale sono soggetti a comunicazione; la stazione deve essere identificata dal nominativo di cui all?articolo 139 relativo al radioamatore installatore seguito dalla lettera B preceduta da una sbarra."

Guardando il modello della comunicazione negli allegati al DPR 447/2001 viene il dubbio che la comunicazione non sia dovuta se il beacon e' installato presso il domicilio della licenza.

Con il nuovo D.L. a pagina 127 (del PDF, praticamente al fondo): http://www.comunicazioni.it/it/DocSupp/725/codice%20delle%20comunicazioni%20-%20allegati.pdf

Credo che si dovrebbe prendere spunto dalla scheda tecnica ed inventarsi una comunicazione all'Ispettorato di zona. Idem per la comunicazione riportata due pagine prima.

Rete di beacon QRSS/QRPp a 28,322 MHz - le prime adesioni

Ciao a tutti.
Riassumo le vostre risposte e do il benvenuto nel gruppo a Pino IW0BZD.

Ho ricevuto le seguenti adesioni:
- Luca IW1QIF, Genova, in giardino con pannelli solari
- Paolo I1DFS, La Spezia, max 100mW
- Alessandro I0SKK, Roma
- Andrea IW0HK, Roma

Cioe' il 100%! Un successo.

Alessandro mi ha segnalato l'interesse di Pino IW0BZD; Andrea il possibile coinvolgimento di Carlo IW0HEI. Sono tutti a Roma e dintorni, credo che uniranno le forze per creare un unico beacon.

Siamo passati al 150% :-)

La mia convocazione iniziale e' stata un po' fraintesa, e alcuni hanno pensato che volessi realizzare la rete con beacon elettronicamente identici al mio. Ognuno e' libero di sperimentare come preferisce, purche' stiamo tutti vicini vicini senza pestarci le code. L'obiettivo e' quello di offrire una serie di segnali in QRSS sparsi per l'Italia, il come non e' importante!

Segnalo tuttavia la disponibilita' nel mondo surplus di oscillatori quarzati a 28.322 MHz. Credo si trovassero nei modem telefonici a 14k4 e per un utilizzo di tipo beacon sono l'ideale. Forse io ne ho ancora uno da smontare (verifico sabato pomeriggio): se serve a qualcuno posso spedirlo.

Direi che ci rileggiamo lunedi'. Voglio provare a scrivere un piccolo insieme di punti fermi che possano servire a coordinarci e a lavorare effettivamente tutti per lo stesso progetto.

Io posso riattivare il mio beacon su Torino, cosi' che la rete inizia a prendere forma. Spero di trovare il tempo per contattare IS0GSR e informarlo del progetto. C'era anche un ragazzo italiano a Parigi con un beacon a 28322k: informero' anche lui.

Rete di beacon QRSS/QRPp a 28,322 MHz - l'inizio

Riporto parte della comunicazione inviata ad alcuni autocostruttori appassionati di QRSS e QRPp.

-----------------------------------

Fino all'ottobre scorso, in concomitanza alle aperture di E-sporadico in 10m, ho operato un beacon a 28.32193 MHz che inviava una lettera in QRSS3 (http://spazioinwind.libero.it/ik1zyw/28322/index.html). Il progetto e' stato pubblicato sul bollettino dell'I QRP Club (www.arimontebelluna.it) e su richiesta di IS0GSR ho costruito un beacon gemello a 28.32212 MHz, ancora operativo dalla provincia di Cagliari.
Nonostante il minimo del ciclo solare, il suo beacon e' stato ascoltato nei giorni scorsi in Germania, da uno dei "cacciatori di beacon" (http://www.explore.force9.co.uk/beacons/hfbeacons.htm).

In particolare e' stato DJ7KG a riceverlo (http://www.mydarc.de/dj7kg), il quale firma ogni suo report sulla mailing-list cosi':

"European and NCDXF beacons automatically scanned, returning every quarter of an hour:
00 to 05 minutes: NCDXF(CS3B to VE8AT), GB3RAL (28.191 and 28.215),
EI0TEN/GB3RAL, F5TMJ, EA4DAT
05 to 10 minutes: SV3AQR, IQ8CZ, IW3FZQ, IS0GSR, I1M
10 to 15 minutes: OH9TEN, SK0CT/SK5AE, SK3GK/LA5TEN, NCDXF(W6WX to OH2B)"

Ogni 15 minuti la sua stazione "passa" da 28322 con Argo per scovare eventuali aperture.

Nonostante 28.322 MHz sia fuori dalla banda ufficiale dei beacon, nessuno (in Italia) vieta di installarvi delle stazioni automatiche. Dal punto di vista burocratico e' sufficiente apporre /B al proprio nominativo e darne comunicazione all'Ispettorato territoriale con lettera raccomandata.

Vengo al dunque. Sarebbe mia intenzione realizzare una rete di beacon QRSS attorno a 28.322 MHz. La scelta di 28.322 e' data dalla disponibilita' surplus di oscillatori quarzati ("canned oscillator") proprio su questa frequenza. Variando la tensione di alimentazione si puo' ottenere un'escursione di 200 Hz circa, piu' che sufficienti a creare un insieme di segnali distinti.

In assenza di propagazione un beacon QRSS in 10m puo' permettere la sperimentazione degli ascolti da parte di nuovi appassionati, cosa piu' difficile in 30m dove la propagazione, il QRM/N e l'intermittenza delle trasmissioni richiedono maggiore assiduita' per l'ascolto. Ecco la necessita' di stabilire una rete per la copertura del territorio italiano, o almeno le zone piu' densamente abitate.

Quando i 10m si aprono si puo' conoscere lo stato della banda semplicemente ascoltando una frequenza.

Per partecipare ad un simile progetto ad ogni stazione e' richiesto di poter mantenere attivo il beacon in continuazione o nei momenti in cui non si utilizzano i 10m; poter stabilizzare la temperatura operativa e quindi la frequenza (anche senza fornetto!); avere accesso o poter installare una antenna per i 10m.

Aggiungo che la partecipazione sarebbe a titolo volontario e gratuito, slegata dalle associazioni radioamatoriali (ARI, CISAR, ...) anche se il loro patrocinio o il supporto logistico di una o piu' Sezioni non guasterebbe.

La rete potrebbe avere una durata limitata nel tempo, sufficiente a testare e destare l'interesse degli altri Radioamatori dopo aver dato il necessario risalto sulle pubblicazioni di settore (RadioRivista, Radiogiornale, forum Internet vari).

Un progetto piu' ambizioso potrebbe coinvolgere anche Internet, dando la possibilita' agli ascoltatori di cambiare il modo di emissione del beacon (QRSS, DFCW o altro pattern), ridurre la potenza, ... In aggiunta si potrebbe prevedere la possibilita' di "prenotare" la trasmissione ad un orario stabilito (la prenoto dall'ufficio e la sera a casa ascolto), assegnando degli slot temporali agli esperimenti "personali".


Io spero di riattivare il beacon presto, o dal QTH estivo immerso nella Val di Susa o sulle pendici del Monte Rocciamelone a 1000 metri con un'ottima apertura sulla Pianura Padana.


Vi chiedo di darmi un feedback su questa idea, e di valutare la vostra eventuale partecipazione al progetto. Se siete a conoscenza di altri radioamatori disposti ad aggregarsi alla rete, magari in altre zone d'Italia, mi piacerebbe entrare in contatto con loro.

Chiudo qui il romanzo introduttivo, con i miei auguri di una buona giornata.

Paolo Cravero IK1ZYW